Report Rifiuti 2014: l’esigenza di un cambiamento radicale

Il Report Rifiuti concernente l’anno 2014 ha visto la presentazione di un report specifico per il settore della gestione dei rifiuti, valutando nel dettaglio l’impiego delle discariche all’interno del territorio nazionale. Grazie allo studio effettuato si evince una progressiva diminuzione percentuale con scadenza prevista nell’anno 2040.

Osservando la gestione e il trattamento rifiuti inerente agli anni precedenti, il Report Rifiuti 2014 ha confermato la costante diminuzione dell’impiego di discariche all’interno del territorio italiano, raggiungendo un valore pari a trentasette punti percentuali. Con una diminuzione complessiva di oltre nove punti, dal 2007 a oggi, l’Italia non rientra negli standard richiesti dall’Unione Europea attraverso la direttiva discarica e gestione rifiuti organici non trattati. Nel dettaglio gli obiettivi imposti a livello europeo vedono un raggiungimento entro il 2016 del 35% dei rifiuti biodegradabili e una completa eliminazione delle strutture di stoccaggio per rifiuti non trattati.  Tra i dati espressi all’interno della relazione sono presenti anche alcuni modelli di gestione rifiuti mediante impianti adeguati che vedono una riduzione dell’impiego di discariche inferiore ai dieci punti percentuale. Tra questi sono presenti le regioni Lombardia (6%), Friuli Venezia Giulia (7%) e Veneto (9%).

Report Rifiuti 2014: l’esigenza di un cambiamento radicaleultima modifica: 2014-09-05T19:01:07+00:00da cristiancomin
Reposta per primo quest’articolo